veterinary-4940414_1280.jpg
veterinary-4940414_1280.jpg

CARDIOLOGIA

Le patologie cardiache dei nostri animali d'affezione sono purtroppo molto frequenti e un ritardo nella diagnosi può determinare la comparsa dei segni clinici di insufficienza cardiaca che possono mettere in pericolo la vita del paziente o limitarne la sua qualità.
 
Il cane e il gatto, infatti, possono essere affetti da svariate patologie, acquisite e/o congenite, primarie e secondarie, per le quali in molti casi la diagnosi è eseguibile già nella loro fase iniziale a seguito di una scrupolosa anamnesi ed una mirata visita clinica cardiologica.
In altre occasioni il paziente può essere condotto in visita in stato di estrema criticità a causa di patologie valvolari, miocardiche, pericardiche, neoplastiche o aritmiche, in cui una diagnosi tempestiva sarà di vitale importanza per la sua stabilizzazione.
 
Per questo, solo un attento iter diagnostico permette di addivenire al corretto tipo di cardiopatia, di iniziare eventualmente una terapia mirata e di eseguire l'adeguato monitoraggio.

L’ecocardiografia si configura come una procedura di essenziale importanza nella diagnosi e nella terapia delle malattie cardiache. Attraverso l’esame ecocardiografico è possibile studiare la funzione cardiaca, esaminare le strutture circostanti al cuore, evidenziare la presenza di fluido pericardico, pleurico e di eventuali masse all’interno o adiacenti al cuore, diagnosticare le problematiche cardiovascolari, decidere l’iter diagnostico più adeguato e impostare trattamenti mirati, nonché studiare il decorso della malattia cardiaca in maniera non invasiva.
L’esame ecocardiografico risulta inoltre indispensabile per identificare e stadiare la cardiopatia nei soggetti sintomatici di qualsiasi età, ma soprattutto in pazienti di razze predisposte in modo da impostare una terapia prima che compaiano i sintomi. 

L'ecografia è stata ulteriormente migliorata con l’avvento dell’eco-color-Doppler che fornisce informazioni più precise sul flusso sanguigno, integrando l’immagine classica in bianco e nero con il colore rosso per i flussi in avvicinamento alla sonda e blu per quelli in allontanamento, una metodica dotata di elevato valore diagnostico in campo vascolare e cardiologico: in quest'ultimo ambito, la suddetta tecnica permette di visualizzare le camere cardiache, misurare le loro dimensioni, valutare la funzione dell'organo e lo stato delle valvole cardiache.

La visita cardiologica, gli esami di laboratorio completi, l'ecocardiografia specialistica e l'elettrocardiografia di base sono alcuni tra gli strumenti diagnostici che, insieme al supporto radiologico del torace e all'ausilio di sofisticati monitor multi-parametrici, ci permettono di offrire sia un processo diagnostico completo sia il monitoraggio più indicato per la patologia diagnosticata.